Epidemie ed epidemie del XX secolo. Cosa è cambiato nell’approccio alla gestione delle malattie di massa?

Pubblicato il Lascia un commento

Epidemie ed epidemie del XX secolo. Cosa è cambiato nell’approccio alla gestione delle malattie di massa?

Орігель Україна

Negli ultimi trent’anni, le epidemie di malattie virali sono diventate molto più frequenti che in passato. Allo stesso tempo, una nuova pandemia di malattia infettiva causata dal COVID-19 è diventata comune. Il virus di Wuhan, che si diffonde molto rapidamente da persona a persona attraverso la tosse o gli starnuti, non vive a lungo fuori dal corpo. Una situazione simile si è verificata durante l’epidemia di virus Ebola del 2014, che era contagiosa solo attraverso il contatto ravvicinato con una persona infetta. Anche il virus zika, trasmesso dalle zanzare, si diffonde più velocemente nelle aree densamente popolate. Ma non tutte le malattie simili si diffondono in questo modo. Naturalmente, gli approcci al trattamento delle epidemie di massa sono cambiati e migliorati notevolmente nel corso del tempo, con i moderni laboratori che offrono agli specialisti maggiori possibilità di creare un vaccino per sconfiggere la malattia.

Le più famose epidemie del XX secolo

La prima metà del XX secolo ha visto l’inizio di una crisi globale. Nelle aree in cui furono condotte le operazioni militari, si registrarono focolai di varie epidemie, tra cui:

  • tifoide;
  • febbre sarcale;
  • morbillo;
  • peste.

Ma ormai le misure per combatterle erano note, quindi i medici erano in grado di superarle rapidamente. Una delle più grandi epidemie si verificò nel 1918. Colloquialmente nota come influenza spagnola, ebbe inizio in Europa. In quel periodo ci fu una grande migrazione di persone e con essa si diffuse l’influenza spagnola. Dopo la Prima Guerra Mondiale, i soldati tornarono a casa portando con sé l’infezione.

Fu particolarmente difficile per le popolazioni dell’India e dell’Africa, dove non esistevano servizi sanitari.

Cambiamento dell’approccio alla gestione delle malattie di massa

Agli inizi del XX secolo, nei Paesi sviluppati comparvero i servizi sanitari nazionali. Gli operatori sanitari migliorarono le loro conoscenze e crearono una serie di vaccini che aiutarono a combattere efficacemente le infezioni pericolose. In questo periodo l’igiene cominciò a migliorare e a diffondersi. L’igiene personale divenne la norma.

In questo periodo si verificarono cambiamenti significativi nel trattamento delle malattie di massa. Oggi sono stati sviluppati farmaci che non solo aiutano a combattere una malattia grave, ma anche a prevenirne l’insorgenza. La maggior parte di essi mira a sostenere il sistema immunitario. Questo è in grado di riconoscere e combattere autonomamente i corpi e le cellule estranee, compresi i batteri e i virus patogeni.”

Origel Ukraine, una filiale di Origel international, offre un’ampia gamma di farmaci per la prevenzione e la terapia aggiuntiva di vari tipi di malattie, compresa la riabilitazione dopo un’infezione da coronavirus e il miglioramento del funzionamento degli organi interni dopo una malattia.

Unisciti a noi su Facebook e Instagram per rimanere informato sugli sviluppi di Origel e rimanere in salute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *