Il fumo aiuta a trattare la COVID-19?

Pubblicato il Lascia un commento

Il fumo aiuta a trattare la COVID-19?

Орігель Україна

Secondo alcuni ricercatori e scienziati, fumare aiuta a non contrarre il coronavirus. Questa informazione proviene da scienziati italiani di Verona. Essi hanno riferito che le persone che fumano hanno meno probabilità di contrarre il coronavirus rispetto a quelle che non fumano. In seguito, un noto portale francese ha riferito che i cerotti alla nicotina possono sviluppare l’immunità al coronavirus. Pertanto, la questione dell’effetto del fumo è diventata di grande attualità per molti residenti durante il COVID-19.

Qual è l’effetto delle cattive abitudini sul coronavirus?

Il briefing dell’Organizzazione Mondiale della Sanità ha rilevato che gli studi sull’interazione tra coronavirus e fumo non sono armonizzati e non possono essere oggettivi. L’OMS non può attualmente confermare alcuna prova che la nicotina abbia un effetto sulla riduzione del rischio di malattia causato dal virus COVID-19.
Anche i seguenti fatti confutano queste affermazioni:

  • Fumare fa sì che ci si tocchi il viso più spesso, aumentando la probabilità di contrarre una grave malattia.

  • I fumatori sono ad alto rischio di infezioni respiratorie acute.
  • La cattiva abitudine ha un effetto negativo sul sistema respiratorio.

Non dimenticate che il fumo non solo può causare malattie polmonari croniche, ma provoca anche una mancanza di ossigeno nel corpo, chiamata ipossia. Questo può peggiorare le condizioni dei pazienti affetti da coronavirus. In questo caso, sono ad alto rischio di essere attaccati a un ventilatore. Gli effetti negativi del fumo di tabacco sono noti per essere la causa principale delle malattie cardiovascolari in tutto il mondo. Pertanto, i pazienti affetti da COVID-19 con problemi cardiaci possono manifestare sintomi più gravi. Il Ministero della Salute ucraino è dello stesso parere dell’OMS e afferma:

… una cattiva abitudine non può migliorare la salute dei pazienti affetti da COVID-19. Pertanto, è necessario affidarsi solo a informazioni verificate e confermate da esperti, altrimenti si possono causare danni irreparabili al proprio corpo e deteriorare la propria salute.

L’automedicazione, soprattutto per una malattia grave come la COVID-19, può avere conseguenze negative. Pertanto, è bene seguire scrupolosamente i consigli di un medico qualificato e cercare di condurre uno stile di vita sano. Attualmente il Ministero della Salute ha avviato uno studio sugli effetti dello smog degli incendi sul decorso della malattia da coronavirus.

Per migliorare il tono polmonare, consigliamo il nostro prodotto Aerovital, che è una combinazione di principi attivi naturali che riduce l’infiammazione delle vie aeree senza effetti collaterali. Previene l’accumulo di liquidi nella cavità toracica e favorisce l’eliminazione delle secrezioni catarrali. Aumenta la permeabilità alveolare e sopprime lo spasmo della muscolatura liscia dei bronchi e dei bronchioli, migliorandone così la permeabilità.Aerovital può essere utilizzato come terapia aggiuntiva per i pazienti affetti da BPCO e tumore polmonare per alleviare e in alcuni casi eliminare i sintomi della dispnea.

Il prodotto può essere ordinato sul sito ufficiale dell’azienda.

Unisciti a noi su Facebook e Instagram!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *